Centro di documentazione della Benedicta di Bosio

Risultati immagini per benedicta centro documentazione pizzo

Il Comune di Bosio (AL) ha formalmente riconosciuto il Centro Studi Maniscalco e partecipa alla sua rete, tramite la propria Biblioteca Civica e il Centro di Documentazione della “Cascina Pizzo” alle Capanne di Marcarolo, con particolare riferimento all’episodio della distruzione da parte dei nazifascisti del sito storico della Benedicta in occasione del terribile eccidio della Pasqua del 1944.
Tra i temi di ricerca di interesse comune, oltre alla salvaguardia e protezione dei beni a rischio di conflitto armato, anche i processi contro i criminali di guerra che si sono resi protagonisti di tali misfatti; anche se nel caso del Processo Engel contro il responsabile dell’eccidio non fu formalmente contestata la distruzione tra i crimini oggetto di imputazione, il recente recupero dei ruderi e della storia del sito ha stimolato una riflessione in questo senso, che è oggetto di studi e ricerche da parte di Università e del CNR.

IL CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DELLA BENEDICTA (Regione Piemonte)

RISORSE DIGITALI ONLINE (Isral)

LA MEMORIA DELLA BENEDICTA